Abbuffate natalizie: come mantenere la linea

Far sorridere l'ago della bilancia durante le festività natalizie: mission impossible? No!

di Francesco Giuseppe Ciniglio 12 dicembre 2012 16:28

Nelle festività natalizie è veramente difficile non trasgredire dal punto di vista alimentare. Generalmente a Natale le tavole si presentano ricche di ogni ben di Dio (fritture, dolci, etc.) gustose tentazioni a cui è difficile dire di no.

Per fortuna giunge in nostro soccorso Andrea Ghiselli, dirigente dell’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran). Secondo l’esperto, è possibile concedersi qualche prelibatezza tipicamente natalizia, a patto però di condurre una vita dinamica e intrattenendo un regime alimentare equilibrato per i restanti giorni dell’anno.

Adottando delle abitudini corrette, è possibile regalarsi qualche trasgressione alimentare senza troppi crucci. Al di là di ciò, potrebbe essere utile evitare condimenti elaborati e preparare pranzetti a base di verdure e legumi. Questi alimenti, infatti, hanno la capacità di saziare, senza però appesantire.

Facendo ricorso a questi piccoli trucchi, sarà possibile concedersi panettone, pandoro, cotechino e altre prelibatezze, a patto però che non siano eccessivamente unte e ipercaloriche.

Per ciò che concerne i dolci (escludendo panettone e pandoro già citati in precedenza) è possibile gustarli facendo qualche rinuncia alimentare oppure facendo sport durante le festività natalizie o perlomeno passeggiate costanti dopo i pasti.

Spinoso anche l’argomento bevande. Bibite gassate e alcolici non mancano mai sulle tavole degli italiani durante le festività natalizie. Purtroppo quest’ultime risultano essere estremamente dannose per la linea, poiché ricche di calorie e incapaci di conferire il giusto senso di sazietà, contrariamente ai cibi “solidi”.

Per comprendere la pericolosità delle stesse, è sufficiente pensare che un semplice bicchiere di vino può contenere ben 100 calorie. L’ideale sarebbe limitate il più possibile le bevande, a parte l’acqua, che può essere bevuta senza limitazioni, anzi, sarebbe sempre bene abbondarne.

In sintesi, dunque, per evitare gravi danni post abbuffate natalizie, è sufficiente non esagerare con i condimenti, cibi fritti, dolci, bibite gassate e sconfiggere la pigrizia regalandosi lunghe passeggiate o magari un po’ di sport in compagnia.

7 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti