Cronodieta: l’arte di mangiare con l’orologio alla mano

Dimagrire grazie alla cronodieta. Vediamo i vantaggi offerti da questo regime alimentare.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 28 giugno 2012 14:58

Ogni estate porta con sè la voglia di mare e di perder peso, anche per via della prova costume. Ognuno sceglie la propria dieta, quasi come se quest’ultima rappresentasse una moda.

Molti sono dimentichi del fatto che è sempre bene rivolgersi ad un nutrizionista o ad un dietologo prima di sottoporsi ad una dieta ferrea ed informarsi sulle varie diete praticabili, in modo da farsi un’idea su quale può far al caso proprio.

Nell’articolo odierno parleremo della cronodieta. La cronodieta è basata sui principi della cronobiologia, inventata nel 1992 da due medici italiani, che hanno preso spunto dalla suddetta scienza che va a studiare le funzioni biologiche sotto l’aspetto cronologico (orologi biologici).

Vi è dunque un segreto per perdere peso in fretta? Secondo coloro che sostengono la cronodieta si! Pertanto, per ottenere ottimi risultati, unitamente alla quantità di calorie da assumere quotidianamente, sarebbe bene stabilire le ore durante le quali consumare i cibi. Perchè sarebbe così importante la scelta delle ore durante le quali mangiare? Ciò è da ascrivere al fatto che  gli alimenti possono essere assimilati diversamente in funzione dell’orario di assunzione.

Alla luce di ciò, si potrebbe dire che la cronodieta più che una dieta vera e è propria rappresenta uno stile di vita, un piano alimentare alternativo, che dà la possibilità di dimagrire senza rinunciare a determinati cibi, ma solo imparando ad assumerli all’ora giusta. A cosa attenersi dunque? La cronodieta ci impone di rispettare i ritmi del nostro organismo e quelli naturali. Sarebbe dunque preferibile nutrirsi di cibi di stagione.

Da un punto di vista meramente nutrizionale, la cronodieta può essere definita come una dieta dissociata, che si basa sul principio che i cibi finiscono per farci accumulare grasso in funzione di quando vengono assunti.

Facendo un quadro generico, dunque, per dimagrire occorrerebbe mangiare pane e pasta a pranzo (carboidrati) e carne, pesce o uova a cena (proteine). Inoltre, durante un pasto carico di carboidrati, è fortemente sconsigliato assumere birra, caffè o vino.

Vantaggi della Cronodieta

– Permette di assumere gli alimenti suddividendoli in 5 pasti giornalieri, cosa consigliata dai maggiori nutrizionisti e dietologi, poichè consente di velocizzare il metabolismo;

– Completezza nutrizionale, visto che la cronodieta presenta un regime alimentare variegato.

Svantaggi della Cronodieta

– I cibi non vengono pesati,pertanto chi si sottopone alla dieta è libero di stabilire autonomamente quanto mangiare, alla lunga questo potrebbe rivelarsi controproducente;

– Sovente è necessario variare le proprie abitudini alimentari e non sempre è possibile per via dello stile di vita che si conduce.

Conclusioni

Di certo la cronodieta non è per tutti. Per sottoporsi a questo regime alimentare, è fondamentale prestare attenzione e avere una certa metodicità, tuttavia, i vantaggi sembrano essere immediati e duraturi, a patto però di non esagerare con i quantitativi.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti