Dieta macrobiotica: dimagrire riequiilibrando Yin e Yang

Dimagrire e mantenere il benessere psicofisico con la dieta Macrobiotica. Scopriamo i segreti dello Yin e dello Yang.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 1 luglio 2012 17:17

Dieta macrobiotica, quanti di voi sanno in cosa consiste questo particolare regime alimentare? La dieta macrobiotica è un piano nutrizionale che prevede l’assunzione di vegetali, cereali, legumi, unitamente agli alimenti della tradizione culinaria giapponese.

Basti pensare che la dieta, si basa sul principio secondo il quale, la salute è strettamente correlata all’ equilibrio dello Yin e dello Yang, le due forze vitali che si contrappongono tra loro. L’intento di questo piano alimentare è dunque quello di far raggiungere all’organismo il massimo grado di benessere, giungendo ad una perfetta armonia tra mente e corpo.

Questa dieta viene persino adoperata in via terapeutica per la cura di numerose malattie. Altamente consigliata per combattere i disturbi dell’alimentazione, quali bulimia o anoressia o per alleviare lo stress psicofisico.

Come ottenere dunque l’equilibrio dello Yin e dello Yang attraverso questo piano alimentare? Per raggiungere l’armonia attraverso la dieta macrobiotica, è necessario evitare tutti quei cibi che contengono troppa energia Yin e Yang.

CibiYin”

Alimenti delle piante che vanno a rappresentare la forza della terra che si reca verso l’alto.

“Cibi Yang”

Alimenti di origine animale, rappresentazione della forza cosmica diretta verso il basso. I cibi che la dieta macrobiotica reputa maggiormente bilanciati da un punto di vista strettamente energetico, pertanto maggiormente idonei all’alimentazione dell’essere umano, sono i vegetali freschi, i cereali e i legumi.

Attenzione però, la dieta macrobiotica non è vegetariana, visto che non manca il consumo di pesce (seppur saltuario) e altri alimenti di origine marina. Come già detto, molte pietanze macrobiotiche risalgono alla tradizione giapponese, come il miso (piatto a base di cereali e soia fermentata), il tofu, la salsa di soia, radici conservate, alghe marine, etc.

Gli alimenti macrobiotici devono essere consumati freschi ed è bene cuocerli a forno o a vapore. Se gli alimenti vanno dolcificati, è bene adoperare lo zucchero di canna o composti come il malto o lo sciroppo d’acero. Al posto del caffè, invece, si predilige il consumo di caffè d’orzo o tè verde.

Conclusioni

Coloro che sostengono la dieta macrobiotica sono dell’avviso che questa dieta possa aiutare a guarire o a prevenire malattie come il cancro e malattie neurodegenerative.  Al momento però non vi sono prove scientifiche a tal riguardo. D’altra parte, questa dieta ha un basso contenuto di grassi e un forte consumo di frutta e verdura, che secondo la scienza ufficiale rappresenterebbero gli alimenti perfetti per combattere le malattie cardio-vascolari e l’arteriosclerosi.

E’ bene però considerare che questo piano alimentare se praticato in maniera ortodossa, potrebbe portare ad alcune carenze vitamine o proteiche, pertanto se si ha intenzione di sottoporsi ad una dieta macrobiotica per dimagrire, è bene consultarsi con il proprio medico curante.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti