Hiv e tumori visibili ad occhio nudo: il segreto è nell’oro

Riconoscere un cancro e la sindrome da immunodeficienza acquisita sfruttando le proprietà auree.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 31 ottobre 2012 13:35

Individuare il virus dell’Hiv, responsabile dell’Aids e tumori ad occhio nudo? Stando ad una scoperta fatta recentemente da un team di ricercatori dell’Imperial College di Londra, ben presto tutto questo sarà possibile.

Nella loro rivoluzionaria ricerca, gli scienziati britannici hanno sfruttato le nanotecnologie, scoprendo che, unendo un composto a base di oro metallico e un campione di sangue, è possibile rilevare il virus dell’Hiv e la presenza di tumori ad occhio nudo.

In che modo sarebbe possibile ottenere questo straordinario risultato? Stando a quanto emerge dalla ricerca, la soluzione ricavata dall’unione tra l’oro metallico e il sangue, sarebbe in grado di colorare le cellule malate e renderle visibili ad occhio nudo, dato il mutamento di colore di quest’ultime.

L’oro, dunque, renderebbe molto più sbrigative ed economiche le analisi per identificare il virus dell’Hiv e i tumori. Un gran bel vantaggio, dato che, al momento, questi esami necessitano di macchinari sofisticati, ubicati esclusivamente in ambito ospedaliero.

Entrando nel dettaglio, questo test dovrebbe costare circa dieci volte di meno rispetto ai test tradizionali e potrebbe essere realizzato ovunque, senza l’ausilio di apparecchiature particolari. Senza contare, che, consentirebbe di scoprire le malattie in tempi rapidissimi, magari arrestando preventivamente il tortuoso percorso che in molti casi conduce alla morte.

Uno strumento che potrebbe rappresentare la salvezza di migliaia di persone. Una manna dal cielo per continenti come l’Africa, generalmente sprovvisti di attrezzature per la rilevazione dei tumori e dell’Aids.

Al momento, il team di ricerca dell’Imperial College di Londra è al lavoro per affinare il test, al fine di ottenere risultati più affidabili nella rilevazione dei tumori, dato che il test per individuare il virus dell’Hiv sembrerebbe aver fornito risultati molto più precisi.

Non resta che sperare in una rapida diffusione di questo formidabile strumento diagnostico “fai da te”, visto che le” vite in ballo” sono veramente tantissime.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti