Acquistare un immobile storico: rivivere un passato lontano in un contesto da sogno

di Michele Laganà 17 settembre 2013 9:00

Il fascino di un passato che continua ad aleggiare tra le pareti, la certezza che un tempo le residenze erano costruite ancora meglio di quelle super moderne e il piacere di potersi permettere un immobile storico, perfettamente ristrutturato e di grandissimo valore. Tra una dimora di nuova costruzione e una che risale ad un tempo ormai quasi remoto, sono in molti a non avere dubbi, ancora di più se non hanno più venti anni e cercano un “nido” dove accogliere amici e parenti, discutendo di arte e hobby o, semplicemente, dove rifugiarsi lontano da tutto circondati dalla bellezza di un palazzo d’epoca.

Il mercato immobiliare delle residenze di lusso non conosce crisi e, per chi ha affinato i propri gusti e non si accontenta di una casa comune, seppure in vendita a più zeri, il must sono castelli, ville con tenute e parchi, meglio ancora se fuori dalle grandi città o, al contrario, perfettamente inseriti all’interno del centro storico del luogo di residenza. Sono immobili di prestigio, di solito richiesti da professionisti con una lunga carriera alle spalle che hanno avuto il tempo di mettere da parte un piccolo capitale da investire. I professionisti della vendita ai quali rivolgersi non sono moltissimi in Italia, ma se cercate personale specializzato la scelta è una sola: Milan Sotheby’s International Realty, agenzia immobiliare di Milano specializzata nel settore del lusso.

La rosa di proposte che potrà elencarvi è molto lunga, e certamente troverete la villa in vendita che fa al caso vostro. Le regioni più richieste in questo senso sono, di solito, al Nord o nelle isole, ma non è la regola assoluta. Di sicuro, molto gettonata è la Toscana, ma non va male alla Liguria e all’Umbria. Quel che conta è stupire e stupirsi. In questo senso, la prima emozione suscitata da una dimora storica è quella giusta. Quando avrete trovato l’immobile che fa per voi, sentirete un piacevole brivido e non avrete dubbi: sarete arrivati a casa.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti