Diabete, stop alle iniezioni: spray nasale in arrivo

I diabetici potranno presto dare il loro addio alle siringhe grazie ad un nuovo medicinale.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 11 novembre 2012 19:30

Mai più iniezioni di insulina per chi soffre di diabete? I ricercatori inglesi della Sunderland University hanno dato vita ad un nuovo spray nasale, testandolo con successo sui ratti.

Spray nasale contro il diabete – Funzionamento

Il preparato va a rilasciare insulina nel sangue servendosi delle cavità nasali. Secondo gli studiosi, lo spray a base di insulina potrebbe essere usato dagli ammalati di diabete di tipo 1.

Non a caso, una volta che il preparato viene inalato, sfruttando il calore presente nel naso va a trasformarsi in un gel in grado di aderire alle pareti della mucosa. Ciò consente di farlo restare all’interno della cavità nasale per molto tempo, rendendo più agevole la penetrazione dell’insulina nelle mucose.

Diabete e spray nasaleIl test

Nel corso della ricerca che ha portato alla creazione di questo fantastico spray, i ricercatori che hanno preso parte allo studio hanno dimostrato che uno spruzzo della soluzione può ridurre i livelli di zucchero nel sangue dei topi per circa ventiquattro ore. Un risultato eccellente, se si pensa che una comune iniezione di insulina consente di ridurre i livelli di zucchero nel sangue per sole 9 ore.

Il dottor Hamde Nazar, teamleader della ricerca che ha portato alla creazione dell’innovativo farmaco, si è detto ottimista sulla commercializzazione dello stesso. Secondo il luminare, lo spray potrebbe essere assunto una volta al dì. In questo modo, i malati di diabete potrebbero limitare il numero delle iniezioni o eliminarle del tutto.

Un bel vantaggio, se si considera che oltre 300.000 persone in Gran Bretagna sono interessate da diabete di tipo 1, disturbo in grado di distruggere le cellule del pancreas che vanno a produrre insulina in via del tutto naturale.

Chi è affetto da questa condizione, ha necessità di sottoporsi ad iniezioni giornaliere per evitare che i livelli di glucosio nel sangue raggiungano picchi “letali”, poichè, in questo caso, gli organi interni potrebbero essere danneggiati in maniera irreversibile.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti