Dimagrire in maniera insolita grazie alla saliva di lucertola

Sovrappeso e obesità hanno i giorni contati? "Il Mostro di Gila" è ormai sulle loro tracce.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 10 novembre 2012 16:49

Contrastare obesità e sovrappeso con la saliva di lucertola? L’ultima stravaganza in materia di dimagrimento giunge dalla Scandinavia. “Il Mostro di Gila”, sarebbe questo l’animale in grado di combattere i chili di troppo. Gli effetti benefici di questo animale contro sovrappeso e obesità, sarebbero stati riscontrati nel corso di una ricerca eseguita dall’Università di Goteborg (Svezia).

I ricercatori, che hanno pubblicato i risultati dello studio sul Journal of Neuroscience, sono dell’avviso che, nella saliva del rettile si troverebbe un peptide chiamato Exendin 4. Quest’ultimo, sarebbe in grado di diminuire l’appetito.

Non a caso, questo trattamento al momento è sempre più gettonato nella cura e prevenzione di sovrappeso e obesità. Gli esperti, inoltre, sono dell’avviso che la saliva di lucertola potrebbe rivelarsi utile anche per contrastare la dipendenza da alcolici.

Appare singolare, come, un rimedio portentoso sia custodito nella bocca di un rettile dall’aspetto poco rassicurante. Ad ogni modo, già da qualche tempo l’animale ha attirato l’attenzione dei ricercatori per via del suo veleno, giudicato particolarmente pericoloso. Per fortuna, questo rettile è piuttosto lento, dunque non costituirebbe una grossa minaccia per gli esseri umani.

Tornando allo studio, al momento i ricercatori hanno prodotto una versione sintetica del peptide utilizzato per la produzione di un farmaco contro il diabete.

Non resta dunque che attendere, per capire quali nuove soluzioni farmacologiche verranno immesse sul mercato.  Gli studiosi, infatti, sono in piena fase sperimentale. La speranza è quella di riuscire a creare un farmaco in grado di contrastare il senso della fame e il diabete al contempo, magari prevenendo quest’ultimo.

Mission impossibile? I benefici della saliva de “Il Mostro di Gila” sembrano essere sensazionali, pertanto è impossibile sapere dove giungerà la medicina ufficiale servendosi di questo fantastico e particolare “principio attivo”. In attesa di un “farmaco stravagante”, che consenta di dimagrire senza dieta, non resta che attendere e magari sudare per iniziare a smaltire i chili di troppo.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti