I 3 rischi della sigaretta elettronica che non conoscevi

Credi di sapere tutto sulle e-cig? Purtroppo per te le cose non stanno veramente così. Ecco i rischi che ignoravi.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 30 settembre 2013 22:04

La sigaretta elettronica, nonostante le continue campagne di sabotaggio da parte delle multinazionali del fumo e le leggi sempre più restrittive circa il fumo elettronico, resta seconda solo all’iPhone in quanto a diffusione. Eh già, stiamo parlando di un aggeggio elettronico, che alla pari del melafonino di Apple si è rivelato essere di gran moda oltre che di indubbia utilità per chi desidera smettere di fumare.

Del resto stiamo parlando di un prodotto stra-venduto, con un mercato florido, in grado di originare un business di 1700 miliardi di dollari l’anno solo negli Usa. Dati veramente impressionanti, se si pensa lo strapotere delle multinazionali del tabacco e gli enormi mezzi economici di cui quest’ultime dispongono.

Sigaretta elettronica – Non solo vantaggi

Purtroppo come si suol dire in questi casi, non è tutto oro quello che luccica. Già, perché, dietro ad un prodotto di gran successo come le sigarette elettroniche, possono nascondersi anche dei seri rischi per la salute dei cittadini, almeno stando agli interrogativi portati avanti dall’Huffington Post. Secondo la testata, ad oggi, l’unica cosa che sappiamo come certa, è la dipendenza che le e-cig sono in grado di generare, quasi alla pari delle sigarette tradizionali.

Sigaretta elettronica  – I 3 rischi che non conoscevi

1) Sostanze chimiche tossiche

A guardare i dati provenienti da un’analisi eseguita dal FDA nel 2009, le sigarette elettroniche conterrebbero al loro interno delle pericolose sostanze cancerogene, tra queste, la più pericolosa è senza ombra di dubbio il dietilenglicole, sostanze contenuta negli antigelo.

2) Nessun beneficio?

L’opinione comune è porta a pensare che le sigarette elettroniche siano quanto c’è di meglio per smettere di fumare, tuttavia, ad oggi, non vi è alcuna prova dell’utilità di questi dispositivi elettronici contro la lotta al vizio del fumo. Un dato non da prendere sotto gamba, dato che, stando ad uno studio pubblicato sull’American Journal of Publich Health, circa il 53% dei giovani Usa è convinto che le e-cig possano aiutare a smettere di fumare, anche se, non vi è ancora alcun dato ufficiale in grado di confermare questa tesi.

3) Invogliano ad iniziare a fumare?

Nonostante, ad oggi, le conseguenze sulla salute delle sigarette elettroniche siano del tutto sconosciute, molti giovani Usa hanno dichiarato di volerle provare, poiché, dell’idea che quest’ultime siano molto meno dannose delle “bionde” tradizionali.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti