Nutella, una riserva di energia: valori nutrizionali e composizione

Nutella, storia, valori nutrizionali e composizione della celebre crema alle nocciole.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 26 maggio 2012 18:40

Uno spuntino energetico? La Nutella è sicuramente il prodotto ideale prima di affrontare la palestra o per iniziare la giornata nel modo giusto, l’importante è non esagerare. Per chi non lo sapesse, la Nutella è un alimento risalente al lontano 1946. All’epoca, infatti. il Signor Ferrero ebbe la brillante idea di produrre una crema da splamare al gusto di nocciole e cacao (gianduia) adoperando le nocciole di Alba.

Ai tempi nella città di Torino la gianduia era già diffusa, dunque la prima ricetta conobbe un discreto successo, tuttavia fu necessario aspettare gli anni 60 per vedere la nascita del marchio Nutella. Dall’effettiva registrazione del marchio, la Nutella conobbe un successo clamoroso, divenendo la cioccolata da spalmare per antonomasia, celebre in tutto il mondo.

Come la maggior parte dei prodotti alimentari di successo, è impossibile conoscerne la ricetta, tuttavia è possibile venire a conoscenza degli ingredienti e dei valori nutrizionali.

-Carboidrati 50%

– Proteine 5%

– Grassi 30%

– Nocciole 13%

Altri ingredienti

Oli vegetali, lecitina di soia, latte scremato in polvere, caco magro, siero di latte in polvere.

Valori nutrizionali

La Nutella è ricca di: magnesio (70 mg ogni cento grammi di prodotto), fosforo (170 mg ogni 100 grammi), vitamine B 12, B2 ed E.

Nota dolente le calorie, ovvero ben 550 kcal ogni 100 grammi di prodotto. Per tale motivo la dose consigliata è di circa 1 cucchiaio al giorno (circa 30 grammi) per chi non ha problemi di linea.

Conclusioni

In base a quanto su esposto appare evidente che la Nutella, essendo un cibo molto calorico va consumata con cautela. Adatta specialmente agli sportivi che svolgono un’intensa attività fisica e agli studenti, che hanno necessità di assumere zuccheri per la concentrazione.

Questa crema di nocciole può rappresentare lo snack ideale, visto che a differenza del miele presenta una maggiore longevità, oltre ad avere un sapore maggiormente alla portata di tutti. Perfetta sulle biscottate o sui cornetti,  a patto però di non trasgredire le dosi raccomandate (a meno che non svolgiate un’attività sportiva a livello agonistico) visto che le calorie sono veramente tante.

37 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti