Perché donare il sangue e come farlo

Donare il sangue, un dovere civico. Vediamo perché, come e dove farlo.

di Monia Ruggieri 15 maggio 2012 15:20

Il sangue umano è un liquido viscoso che scorre nell’apparato cardiovascolare, il quale provvede a distribuirlo negli organi e nei tessuti dell’organismo. Dal punto di vista istologico, il sangue è un tessuto allo stato fluido, costituito da una frazione liquida, chiamata plasma, e da una frazione corpuscolare, la quale comprende diverse serie di cellule distinguibili, in base ai caratteri morfologici specifici, in globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. E’ impossibile ottenerlo tramite procedimenti chimici, dunque artificialmente, ed essendo indispensabile alla vita, vi è un larghissimo impiego terapeutico del liquido viscoso in questione, tanto da renderlo insufficente, nonostante i numerosi donatori.

Ecco perché è importante donare il sangue, così da poter salvare delle vite umane. Infatti questa perenne insufficienza di sangue può essere colmata soltanto dalla solidarietà e dalla sensibilità dei cittadini. Sono diversi i motivi che dovrebbero spingerci a fare questo gesto solidale ed umano. Infatti in primo luogo, donando il sangue è possibile salvare delle vite. Poiché se nessuno lo facesse, morirebbero non soltanto le persone in brutte condizioni per incidenti o malattie, ma anche i ragazzi e i bambini malati. Inoltre donare del sangue ci permette di tenere sotto controllo la nostra salute, poiché proprio per questo motivo dovremmo controllare periodicamente il nostro stato di salute mediante visite sanitarie ed esami di laboratorio.

Possono donare tutti purché, durante la prima visita medica necessaria al fine di essere ammesso alla donazione, si abbia questi requisiti:

– avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni;
– pesare almeno 50/55 kg;
– avere il battito cardiaco tra le 50 e le 100 pulsazioni al minuto;
– non soffrire di pressione alta o bassa e non avere malattie particolari;
– essere in buona salute.

E’ possibile donare seguendo due modalità: sangue intero, ovvero viene effettuato un prelievo di sangue; oppure aferesi, quando cioè viene prelevato solo una componente, come ad esempio le piastrine. E’ possibile donare nelle sedi Avis dislocate in tutta Italia.

27 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti