Piastra per capelli: consigli per l’uso

Piastra per capelli, trucchi e consigli per stirare i propri capelli senza rovinarli.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 25 maggio 2012 20:34

Chi ha dei capelli tendenzialmente mossi, ricci o semplicemente ribelli sa che mollette e cerchietti per tenerli in ordine servono veramente a poco. Per risolvere il problema serve una piastra per capelli. Oggi ve ne sono di diversi tipi in commercio, senza contare che rispetto ai modelli di qualche anno fa, quelle attualmente sul mercato sono meno aggressive sui capelli, dato che stirano i capelli ma senza danneggiarli. Vediamo dunque come è possibile usare al meglio le piastre, preservando la salute dei propri capelli.

1) Scelta della piastra

E’ fondamentale disporre di una buona piastra, risparmiare in questi casi sarebbe un grosso errore. Le piastra sono estremamente delicate e presentano una temperatura regolabile. E’ preferibile altresì munirsi di una buona crema protettiva pre-piastra, disponibili anche in versione crema.

2) Shampo e pulizia dei capelli

Lavatevi i capelli con lo shampoo come di consueto, in seguito tamponate i capelli con un asciugamano applicando la crema protettiva pre-piastra.

Prima di usare la piastra è fondamentale asciugare con cura i capelli, altrimenti si correrà il rischio di disidratarli o bruciarli. Se i vostri capelli sono eccessivamente ricci, fate una prima piega servendovi della spazzola e del phon, così facendo il risultato sarà di certo migliore nonchè più duraturo. Una volta asciugati i capelli, preoccupatevi di suddividerli in ciocche di 2 centimetri l’una. Il lavoro dovrà essere lento e accurato, partite dalla nuca fino ad arrivare alla fronte.

3) Uso della piastra

E’ sempre meglio non esagerare passando troppe volte i propri capelli sotto la piastra. Tre è il numero ideale per stirare  capelli forti e spessi senza bruciarli. Se invece i vostri capelli sono fini basterà anche una sola passata. Una volta ultimata l’operazione, è bene spruzzare un pò di lacca sui capelli o un prodotto specifico per i capelli, magari capace di isolarlo dall’umidità esterna.

La temperatura della piastra dovrà essere regolata in base al tipo di capello. Se la vostra chioma è spessa e riccia, è possibile raggiungere anche i 250 gradi. Se si hanno capelli fini, invece, è meglio regolarsi sui 200 gradi al max.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti