Qual è la domanda più odiata dai single? Ecco la risposta

Essere "scapoli" alle volte significa anche sottoporsi ad una lunga serie di quesiti scomodi. Scopriamo insieme il più irritante di tutti.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 24 luglio 2013 23:18

I single sono sicuramente fra le categorie più bersagliate. Purtroppo, nel 2013 la curiosità e l’invadenza dei più sulla altrui vita sentimentale non accenna a placarsi. Per tale ragione, essere single, almeno in Italia, significa ritrovarsi a rispondere a tutta una serie di domande imbarazzanti sulla propria condizione. Quesiti più o meno fastidiosi, che ogni single preferirebbe evitare, specialmente il più odioso di tutti, ovvero il celeberrimo e super inflazionato “Quando ti sposi?”

Difficile per un single non diventare rosso di rabbia dinanzi ad un quesito simile. Di certo una persona che non ha ancora un partner (perlomeno fisso) non penserà in alcun modo al matrimonio, anzi, non potrebbe esserci nulla di più distante da quest’ultimo, almeno nell’immediato.

Purtroppo la curiosità e il “folklore” dei più trascende ogni logica ed ecco, che, a prescindere dalla risposta, il vox populi è pronto a fornire diverse spiegazioni sul mancato desiderio di convolare a nozze del single di turno o assoluta incertezza sul futuro sentimentale di quest’ultimo. In genere, le spiegazioni propinate dai farneticanti curiosi sono essenzialmente 3:

1) Pensi solo al lavoro

Per la serie “stereotipi a profusione da film americano per famiglie”. Come si fa a non immaginare la scena “Lui / Lei spietato/a uomo /donna d’affari, vera e propria macchina da soldi che sacrifica i propri affetti al business. Purtroppo non tutti sanno distinguere la realtà dalla fantasia e leggere tra le righe.

2) “E’ un peccato, sei tu che non vuoi”

Alcune persone fanno veramente fatica ad accettare le scelte o a comprendere le dinamiche di vita altrui, senza curiosare e mettervi bocca in maniera scellerata.

3) Se solo non avessi lasciato …

Per la serie “pippe mentali” a profusione. Un lungo excursus di vecchie fiamme quasi a dire “è quello che meriti”. Purtroppo o per fortuna, certi amori finiscono, ma l’indelicatezza altrui sopravvive e prospera indisturbata.

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti