San Valentino e il rischio influenza: ecco come non farsi contagiare

Festa degli innamorati e virus influenzali, una strana associazione. Scopriamola insieme.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 15 febbraio 2013 0:48

Beccare l’influenza a San Valentino? Baci e abbracci possono costare cari se uno dei due è ammalato. Vediamo dunque qualche consiglio utile per difendersi dal partner “untore”.

1) Niente baci all’ammalato

L’influenza tende a diffondersi rapidamente attraverso la saliva, per tale ragione, sarebbe bene evitare i baci,specialmente “alla francese” (con la lingua per meglio intenderci).

2) Niente sesso

Purtroppo anche il rapporto sessuale favorisce la diffusione dei virus influenzali. Un po’ di castità non ha mai fatto male a nessuno, c’è sempre tempo per rifarsi con gli interessi.

3) Federe e lenzuola pulite

Se si condivide il letto con la persona ammalata, è fondamentale igienizzare tutto in maniera accurata. Come se non bastasse, durante la notte sarebbe preferibile offrire le spalle al partner ammalato, in modo da evitare colpi di tosse in pieno viso da parte di quest’ultimo.

4) Lavarsi continuamente

Lavare spesso faccia e mani, utilizzando il sapone. E’ questo il miglior rimedio per debellare i virus.

5) Liquidi a volontà

Bere tanta acqua fa sempre bene, specialmente quando si è indeboliti dall’influenza, poiché si ha la tendenza a mangiare di meno. Un organismo ben idratato consentirà di compensare la mancanza di calorie.

6) Nessuna condivisione

Mettere in quarantena l’ammalato? Quasi! Una cosa veramente triste, ma che purtroppo sembra essere indispensabile se non si vuole correre il rischio di ammalarsi.  Bicchieri, piatti, tovaglioli, posate, asciugamani (che andranno lavati successivamente con la massima cura ad elevate temperature al fine di eliminare germi e batteri) tutto deve essere strettamente personale e non condiviso con l’ammalato.

Conclusioni

In parole povere “addio San Valentino”, addio “Festa degli innamorati”. No ai baci, niente sesso e si è tenuti ad addormentarsi dando le spalle al partner. Meglio un giornata “maledetta” o il rischio di passare una settimana a letto con l’influenza?  Vale la pena correre il rischio per godere delle gioie dell’amore?

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti