Stress, ansia, depressione: meglio rivolgersi ad uno psicologo

Quando è preferibile rivolgersi ad uno psicologo? Come sceglierlo? Istruzioni per l'uso.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 3 giugno 2012 23:44

Lo psicologo viene spesso percepito come un professionista a cui ricorrere solo in gravi casi, adatto esclusivamente a individui con problematiche e disturbi gravi.

Nulla di più sbagliato visto che una consulenza psicologica può essere utile anche qualora si abbiano problemi di lieve entità come dei disturbi alimentari, una lieve forma di depressione, conflitti familiari, etc.

Nel compiere la scelta del vedere uno psicologo, spesso si finisce col porsi domande del tipo ” Come scegliere lo psicologo a noi più adatto”? In che modo è opportuno affrontare il percorso di psicoterapia? Stando alle parole dei maggiori esperti, acquisire la consapevolezza di aver bisogno di aiuto è sicuramente il primo passo verso la risoluzione dei propri problemi.

E’ consigliabile consultare uno psicologo quando si fa fatica a vivere la propria vita (lavorare, studiare, vivere con serenità in famiglia) se si convive da tempo con disagi sessuali o alimentari, se si esce fuori da un lutto o da un trauma, in caso di depressione cronica, etc.

Per trovare lo psicologo giusto, è sufficiente consultare l’Ordine degli Psicologi della propria città, visto che essendo un medico, egli dovrà essere iscritto all’Albo degli Psicologi.

Altrettanto facile comprendere se quello che si ha dinnanzi è un professionista onesto ed affidabile, visto che i primi incontri devono terminare con la formulazione di un contratto terapeutico che va a definire obiettivi, durata e numero di sessioni della terapia. Come è ovvio che sia, poi, lo psicologo dovrà attenersi alle norme fiscali, rilasciandovi una fattura.

Qual è il costo della psicoterapia? E’ ovvio che i prezzi cambino da caso a caso e da professionista a professionista. In genere le terapie vanno da un minimo di 35 euro ad un massimo di 150 euro a seduta.

Come capire se la psicoterapia funziona? I benefici della cura sono riscontrabili già dai primi mesi, ovvero: meno stress, miglioramento dell’umore, voglia di dedicarsi a nuove attività, voglia di reggersi da soli sulle proprie gambe, etc.

Insomma in parole povere quando capirete di non aver più bisogno dello psicologo sarete belli che guariti.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti