5 trucchi per evitare le infezioni in palestra

Contrastare l'azione di virus e batteri durante lo svolgimento dell'attività fisica in palestra.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 16 ottobre 2012 13:15

Palestra e infezioni, un binomio indissolubile secondo i dermatologi. Ogni autunno, infatti, a seguito del boom delle iscrizioni in palestra, si registra un aumento delle infezioni. Cosa può portare alla comparsa di virus e batteri all’interno di una palestra? Depilazione, eccessiva sudorazione, lavaggi frequenti dei capelli e la scarsa igiene degli spogliatoi.

Le infezioni, dunque, non sarebbero dovute esclusivamente ai comportamenti erronei delle persone, ma anche alle carenti condizioni igieniche dei centri fitness. A dirlo è il dermatologo Fabio Rinaldi, presidente dell’International Hair Research Foundation. La ricerca condotta da Rinaldi, si è avvalsa della presenza di 500 persone, tutte assidue frequentatrici di centri fitness e palestre. Dall’osservazione e dall’analisi sullo stato di salute dei partecipanti, è emerso che più dell’80% è stato interessato da infezioni all’epidermide.

In cima alla classifica dei disturbi si trovano le verrucche, riscontrate sul 36% dei soggetti esaminati, seguono funghi (28%), follicoliti (19%) e irritazioni di vario tipo (13%).

A tal proposito, è’bene considerare, che, il caldo umido presente nelle sale attrezzi, spogliatoi e vasche, facilità la moltiplicazione e la diffusione di funghi e batteri, aumentando di conseguenza il rischio di contrarre micosi cutanee. A ciò si aggiunge il fatto che nelle palestre un vastissimo numero di persone usufruisce dei medesimi attrezzi e locali.

Secondo Rinaldi, gli sportivi perderebbero anche residui di capelli, peli e pelle, residui organici di cui batteri e germi vanno più che ghiotti.

 Patologie più diffuse

– Intertrigine

In grado di provocare rossore nelle zone interessate da sudore, quest’ultimo, macerando lo strato epidermico superificiale, va a favorire le infezioni.

– Tinea versicolor

Infezione cutanea contraddistinta da alterazioni della pigmentazione della cute e macchie di colore scuro.

– Tinea Pedis

La tinea pedis, nota ai più come “il piede d’atleta”, è una micosi che va a provocare la desquamazione della pelle sotto le piante dei piedi e tra le dita.

– Verruche

Le verrucche sono delle formazioni cutanee provocate dal papilloma umano, virus sempre più diffuso.

Infezioni da palestra – Rimedi

Secondo Rinaldi, adottando le giuste precauzioni, è possibile prevenire le infezioni. Vediamo dunque qualche trucco per evitarle:

1) Utilizzo di ciabatte

Camminando scalzi è molto più facile incorrere in verrucche e micosi. Nel caso in cui si sia già interessati da infezioni cutanee e ferite, è necessario proteggersi con delle fasciature apposite, sia per non aggravare l’infezione, sia per non correre il rischio di contagiare altre persone.

2) Asciugarsi con cura

Una volta usciti dalla doccia, è fondamentale asciugarsi con cura, specialmente tra le dita dei piedi, poichè, specialmente in questa zona, quando la pelle resta umida è maggiormente esposta a irritazioni e batteri.

3) Asciugamano personale nell’utilizzo degli attrezzi

Prima di usare gli attrezzi, è consigliabile pulire le impugnature e tenere sul dorso o sul petto, a seconda dell’attrezzo utilizzato, un asciugamano, in modo da evitare il contatto diretto con quest’ultimo.

4) Utilizzo di indumenti con fibre naturali

Nello svolgere l’attività fisica, è fondamentale usare vestiti comodi e prodotti con fibre naturali, in modo che quest’ultimi non vadano ad impedire la traspirazione né ostacolino i processi di termoregolazione.

5) Buste di plastica

I germi tendono a proliferare con il sudore. Per tale ragione, sarebbe bene riporre gli indumenti sporchi in una bustina di plastica.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti