Come essere in forma per la prova bikini: dieta

Depurarsi e snellire il corpo in vista della prova costume. Vediamo come è possibile liberarsi dei liquidi in eccesso e tossine grazie ad una dieta "rapida".

di Francesco Giuseppe Ciniglio 16 giugno 2012 18:53

Avete intenzione di tornare in forma in vista della prova bikini? Con una dieta last minute tutto ciò sarà possibile. Il piano alimentare in questione è strutturato in 3 diverse fasi, differenti tra loro ma dall’indubbia complementarietà.

Tre fasi che andranno a sgonfiare il corpo, disintossicarlo e finiranno per accellerare il metabolismo. Attenzione però, trattandosi di una dieta d’urto, non molto equilibrata, è bene non seguirla per più di una settimana, inoltre per affrontarla, bisognerebbe essere in un perfetto stato psico-fisico.

Prima Fase

La prima fase della dieta è imperniata su yogurt probiotici e vegetali freschi. La frutta fornirà zuccheri di rapida assimilazione, l’ideale per scongiurare i cali energetici, senza contare vitamine, acqua e sali minerali.

Tra l’altro, frutta e verdura sono ricche di potassio, la migliore sostanza per eliminare i liquidi in eccesso che causano gonfiori. Lo yogurt, invece, oltre a migliorare la flora batterica dell’intestino, va a garantire l’apporto proteico indispensabile per perder peso senza smarrire il tono muscolare.

Seconda fase

La seconda fase della dieta prevede due gorni di regime alimentare iperproteico, con pochissmi grassi e zuccheri. Le proteine sono perfette per eliminare i liquidi corporei in eccesso, accellerando il metabolismo. Tra l’altro permettono di sentirsi sazi, nonostante l’apporto calorico sia abbastanza modesto.

Unitamente alle protene, vanno mangiate le verdure, indispensabili per il loro apporto di fibre, che agevolano il lavoro dell’intestino. Senza contare la dose minima di carboidrati imprescindibili per l’intero organismo.

Terza fase

La terza fase consta in 3 giorni di alimentazone più variegata, ma che presenta uno scarso contenuto di zuccheri e grassi.

Questa fase presenta 3 diverse funzioni, ovvero:

1) Permette un ritorno graduale all’alimentazione di tutti i giorni;

2) Mantiene basso l’apporto di calorie, dunque consente all’organismo di adoperare le riserve di grasso a scopo energetico, favorendo la perdita dei liquidi in eccesso, inoltre, va ad amplificare l’effetto stimolante e disintossicante delle prime 2 fasi.

Vedamo dunque come si struttura la dieta nel dettaglio

1° e 2° giorno

Colazione

200 grammi di frutta frullata in 1 vasetto di yogurt probiotico (bianco) o una spremuta di agrumi.

Spuntino

1 Ananas fresca o 200 grammi di frutti di bosco

Pranzo

250 ml di yogurt bianco probiotico, 2 bicchieri di frullato (usate frutta di stagione)

Merenda

Albicocche e pesche (circa 200 grammi)

Cena

2 bicchieri di frullato (frutta di stagione) + 250 ml di yogurt bianco probiotico

3° giorno

Colazione

1 Arancia o una premuta unitamente ad un uovo alla coque.

Pranzo

150 grammi di tonno al naturale condto con insalata mista.

Cena

200 grammi di petto di pollo cucinato alla griglia e spinaci lessi con 1 cucchiaio di limone e olio

4° giorno

Colazione

1 yogurt magro

150 grammi di fragole o ribes, more, lamponi;

Pranzo

200 grammi di petto di pollo con melanzane alla grigla.

Cena

200 grammi di sogliola condita con insalata di fagiolini.

5°- 6° e 7° giorno

Colazione

1 cucchiaino di miele e 2 fette biscottate integrali più una premuta d agrumi.

Spuntino

200 grammi di macedonia;

Pranzo

100 grammi di riso integrale da condire con verdure aromatiche, 1 cucchiaio d’olio e limone.

Verdure di stagione

Merenda

200 grammi di Macedonia

Cena

Passato di verdure condito con 1 cucchiaio di grana e 1 filo d’olio

150 grammi di pesce o in alternativa 2 uova.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti