Diete veloci: dimagrire senza pane e pasta può danneggiare il cuore

Diete rapide con pochi carboidrati, uno studio svedese rivela che, se non eseguite correttamente, possono danneggiare gravemente il cuore.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 26 giugno 2012 17:26

Le diete non equilibrate finiscono con l’aumentare il livello del colesterolo se non vengono ridotti i grassi, ma esclusivamente i carboidrati, col rischio di portare seri danni al cuore. Senza contare che, così facendo, si ha molta difficoltà a perdere peso.

I carboidrati vengono messi al bando nella maggior parte delle diete, molte di queste,  dimenticano di dire che senza eliminare i grassi il peso non calerà e si rischia di portare il colesterolo a livelli eccessivi.

Il suddetto dato viene fuori da uno studio condotto in Svezia, a libero accesso sul Nutrition Journal. L’origine di questo studio è molto particolare, visto che si pensò bene di fare questa ricerca, poichè all’inizio degli anni 70  nella nazione scandinava emerse che le regioni del nord presentavano un’incidenza maggiore di malattie cardiovascolari, molto più elevata rispetto a quella riscontrata nel resto del territorio svedese.

Senza contare che, per gli uomini, le probabilità di infarti e ictus erano tra le più elevate al mondo. Ragione per la quale, una quindicina d’anni dopo, la Svezia varò un progetto denominato “Västerbotten Intervention Programme”, mediante il quale venne migliorata l’etichettatura degli alimenti e l’informazione sanitaria, promulgando anche incontri con medici e dimostrazioni di cucina salutare.

Inutile dire che negli ultimi 15 anni, la popolazione svedese (in particolar modole regioni del nord) hanno registrato un minor tasso di infarti e un maggior benessere dal punto di vista della salute.

Coloro che hanno avuto ugualmente problemi di peso e di salute, hanno dimenticato di eliminare i grassi unitamente ai carboidrati. Alla luce di ciò è bene sapere che le diete a scarso contenuto di carboidrati e con una elevata immissione di grassi possono anche essere efficaci nel breve periodo, tuttavia, sul lungo periodo il dimagrimento tende a venir meno per via dell’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue.

E’ sempre bene dunque perder peso in maniera moderata, sottoponendosi ad un’alimentazione bilanciata. Eliminare i carboidrati in eccesso va più che bene, ma è opportuno farlo anche con i grassi. Quest’ultimi, non dovrebbero mai andar oltre il 30% delle calorie giornaliere totali.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti