Come comportarsi quando si rompe il preservativo

Panico per la rottura del profilattico? Scopriamo insieme come fronteggiare questo tipo di emergenza.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 24 maggio 2013 21:23

Quando si rompe il preservativo è impossibile mantenere la calma. La paranoia finisce con l’avere il sopravvento, facendo perdere minuti preziosi contro la lotta alle gravidanze indesiderate. Come sarebbe bene comportarsi, dunque, quando il profilattico finisce irrimediabilmente per rompersi? Vediamo insieme qualche consiglio.

1) Rischio gravidanza

Nel caso di relazione duratura, l’unico pericolo potrebbe essere dato da una gravidanza indesiderata. In quel caso, per frenare le preoccupazioni derivanti da un bebè in arrivo, è consigliabile controllare il prima possibile il ciclo mestruale di lei. Nel caso in cui la donna non presenti irregolarità, infatti, il periodo fertile di quest’ultima va dal 10° al 17° giorno, tuttavia, è bene precisare che questo tipo di calcoli non offre alcuna certezza assoluta. Per tale motivo, sarebbe meglio farsi prescrivere la cosiddetta “pillola del giorno dopo” entro 72 ore dal coito.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti