Lavoratori notturni? Ecco la dieta per voi

L'alterazione del ciclo sonno/ veglia è nemico della linea, vediamo cosa mangiare quando si lavora di notte.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 19 dicembre 2012 15:42

Purtroppo i lavoratori notturni hanno la necessità di alimentarsi in modo diverso rispetto a chi sostiene dei ritmi di vita classici. Ciò per via dell’alterazione del ciclo sonno veglia classico che porta ad un differente fabbisogno calorico.

In caso di lavoro notturno, infatti, gli sbalzi d’orario possono causare dei problemi al metabolismo finendo con il provocare un considerevole aumento di peso.

Lavoro notturno – Le regole da seguire

1) Colazione

Un pasto imprescindibile, che non bisognerebbe mai saltare. L’ideale sarebbe mangiare qualche ora prima di recarsi a lavoro.

2) Pranzo e Cena

Un pranzo andrebbe fatto a metà turno lavorativo e una cena leggera al rientro. Ovviamente prima di andare a letto bisognerà attendere almeno 2 ore per agevolare una corretta digestione.

3) Acqua

I lavoratori notturni necessitano di bere molta acqua durante il turno di lavoro. Mantenendosi idratati, infatti, sarà molto più semplice resistere all’appetito che nella maggior parte dei casi è da ascriversi alla stanchezza provata, più che a vera e propria fame.

4) Limitare le bevande eccitanti

L’ideale sarebbe evitare l’abuso di caffè e altre bevande eccitanti. Da limitare anche i cibi fritti e ipercalorici. Questo perché la qualità del sonno è indispensabile per i lavoratori notturni. Facendo abuso di caffè & co. si corre il rischio di soffrire di privazione del sonno e sviluppare una vera e propria dipendenza da caffeina e altri stimolanti.

Tra l’altro, così facendo si finisce con lo sviluppare tutta una serie di comportamenti erronei alimentari, che inducono a mangiare a qualsiasi orario, senza alcun rispetto dei consueti ritmi e dei 3 pasti giornalieri più due spuntini raccomandati.

4) Alimenti genuini

Come nella stragrande maggioranza delle diete, è indispensabile che i cibi siano freschi e genuini. Per tale ragione, chi esegue un lavoro notturno farebbe bene a portar con sè un cibo sano, preparato in casa, senza esagerare con i condimenti e le porzioni.

Ok gli spuntini, a patto che siano a base di cereali integrali, frutta, verdure. Perfetti anche i crackers integrali e un vasetto di yogurt, magari da mangiare con della frutta.

5) Attività fisica

In ultimo è importante trovare un po’ di tempo per fare attività fisica. Subito prima di andar a lavoro o immediatamente dopo, è importante svolgere un po’ di moto. L’ideale sarebbe eseguire almeno un’ora di allenamento per 3 volte alla settimana, per tenersi in forma, conciliare il sonno e assicurare un profondo benessere all’organismo. A beneficiarne sarà lo stesso metabolismo, che finirà per non risentire del ciclo sonno/veglia invertito.

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti