Proteggere i reni: ecco come fare

Funzioni renali a rischio? Per fortuna è possibile prevenire questo tipo di problematiche. Scopriamo come fare.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 10 febbraio 2013 13:05

Proteggere i reni? Per fortuna è possibile farlo in maniera del tutto naturale. Come? Stando ad uno studio condotto dal Texas A & M College of Medicine (Usa) sarebbe sufficiente non far mai mancare frutta e verdura nella propria alimentazione.

Proteggere i reni – L’importanza di frutta e verdura

Vegetariani e vegani possono sorridere. Ancora una volta è stato dimostrato che un’alimentazione ricca di frutta e verdura consente di godere di una salute di ferro e di prevenire alcuni disturbi. Maggiore facilità nel mantenere il peso forma, intestino regolare, cuore più forte e reni più sani.

Grazie ai prodotti della terra, infatti, sarà più semplice proteggerli dalle malattie croniche, specialmente quelle derivanti da un’ingente produzione di acido.

Un rischio per tutti gli europei e l’America del Nord, visto che la carne che in genere consumiamo proviene da allevamenti industriali e quest’ultima è tra le maggiori cause di acidosi metaboliche.

Frutta, verdura e reni – La ricerca

Per comprendere gli effetti benefici dei prodotti della terra sulla salute dei reni, i ricercatori Usa hanno preso in esame un campione di pazienti interessato da patologie renali croniche, per poi suddividerli in due gruppi. Il primo gruppo era tenuto a seguire una dieta normale, mentre il secondo, un regime alimentare ricco di frutta e verdura. A prescindere dall’alimentazione, entrambi i gruppi seguivano una cura per contenere i danni ai reni.

I risultati? Al termine del test è emerso che coloro che pur non essendoci particolari differenze in merito al funzionamento renale tra coloro che intrattenevano una dieta normale e coloro che abbondavano di frutta e verdura, i valori del PTCO 2, ovvero il plasma total carbon dioxide, erano molto più bassi in quest’ultimi.

Vantaggi concreti? Un calo dell’acidosi metabolica in soggetti interessati da quel tipo di patologie, consente alla terapia di agire con più facilità, curando in maniera più rapida i pazienti.

8 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti